..::Sant'Agata Militello::..


Vai ai contenuti

Menu principale:


Castel di Lucio

HINTERLAND

Castel di Lucio

Il primo nucleo di Castelluccio (nome originario) si sviluppa probabilmente nel XII secolo intorno ad una fortificazione a difesa dei traffici lungo la “via del grano”. Per tutto il medioevo è parte del Feudi dei Ventimiglia, famiglia normanna, poi si susseguono altri casati fino al 1863 quando diviene comunità autonoma. In quest’area il bosco occupa prevalentemente il versante settentrionale dei rilievi, con clima fresco e umido favorevole allo sviluppo del querceto mesofilo, quel bosco che occupa la fascia altimetrica intorno ai 1000 m dove i valori di precipitazioni e temperature sono intermedi tra quelli per il querceto termofilo e quelli per la faggeta. L’essenza caratterizzante è il Cerro di Gussone (Quercus gussonei), una forma meridionale di Quercus cerris presente anch’esso. Accompagnano il cerro l’acero (Acer campestris), la roverella (Quercus pubescens), il melo selvatico e l'Euonymus. Nel sottobosco aperto abbiamo rosacee spinose come biancospino, rosa canina, pruno selvatico e rovo; nelle parti ombrose invece Dafne, pungitopo, Galium, primule, peonie, anemoni, aglio, viola, ciclamino e geranio. Nelle radure crescono anche la felce aquilina e bellissime orchidee selvatiche.
Da vedere

Chiesa Madre
Ruderi del Castello
Fiumara d'arte: Labirinto di Arianna


Torna ai contenuti | Torna al menu